Storia del Partito Comunista Italiano – vol. I

SPRIANO%20-%20STORIA%20DEL%20PARTITO%20COMUNSTA%20ITALIANO%20(4%20VOLUMI).jpgPaolo Spriano

Storia del Partito Comunista Italiano – vol I – da Bordiga a Gramsci

Ed.: Einaudi, 1967

Prezzo di copertina: rinvenibile sul mercato dell’usato ad € 25,00

Cosa significava essere comunisti nell’Italia degli anni dal 1922 al 1926? Divertimento relativo. Botte, galera, esilio. Quando andava male, morte. Quando andava bene, vita in clandestinità, trasferimenti improvvisi, miseria nera.  Il Partito era un esercito che pretendeva fedeltà assoluta, ma i cui vertici tendevano a dividersi in fazioni lacerate da odi insanabili. Si può dire che in 5 anni la dirigenza non abbia azzeccato una sola previsione, una sola mossa politica. E tuttavia quasi 20.000 italiani seguirono questa vocazione, e la loro organizzazione fu il seme da cui nacque la resistenza. Non mera testimonianza, come quella dei pochi popolari e socialisti sfuggiti alle sirene del fascismo. Ma il nucleo di un esercito vero. Capace di fare la guerra vera. A freddo, bilancio politico molto difficile, a caldo, difficile non sentirsi emotivamente vicini a questa povera gente.

Storia del Partito Comunista Italiano – vol. Iultima modifica: 2011-10-07T19:06:41+02:00da gasmulo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento